Avete esagerato col piccante?

Avete appena finito di preparare la cena, gli ospiti stanno per arrivare, ma vi siete accorti che il piatto che avete preparato è troppo piccante? Con qualche piccolo accorgimento, è possibile rimediare al danno fatto!

SERVITE BEVANDE E SALSE A BASE DI LATTE: i latticini aiutano a mitigare l’elemento piccante in molti piatti. Il latte è infatti un “anti-incendio” naturale contro il piccante. Berlo mentre si gusta un piatto speziato aiuta a evitare l’effetto “bocca in fiamme”. Anche panna acida, yogurt magro e condimenti al formaggio o crema di burro sono perfetti per neutralizzare carni e verdure piccanti. Serviteli con i piatti per limitare l’effetto piccante.

AGGIUNGETE ALLA RICETTA NUOVI INGREDIENTI: cereali, verdure e carni possono arricchire di gusto una ricetta mentre la rendono meno piccante. Questo espediente vi aiuterà a mantenere bilanciato il sapore complessivo del cibo.

Per ricette indiane al curry, aggiungete patate, carote, piselli, cipolle, riso, latte di cocco o yogurt magro (lo yogurt greco e la panna acida sono valide alternative).

Per ricette messicane, provate con zucchine, pomodori, fagioli, formaggio, cipolle, mais, panna acida, riso.

Le ricette asiatiche si prestano all’aggiunta di broccoli, cipolle, carote, verza, riso.

AGGIUNGETE ZUCCHERO, MIELE O UN ALTRO DOLCIFICANTE: si tratta di un ottimo espediente soprattutto per ricette asiatiche che prevedono pollo, maiale, frutta o frutti di mare.

RIMUOVETE GLI ELEMENTI PICCANTI, laddove possibile. Nelle ricette che prevedono l’aggiunta di peperoncini interi o a pezzi, provate a toglierli dopo la cottura. Assicuratevi però di non toccarli con le mani mentre li rimuovete. Il piccante è molto resistente e anche dopo esservi lavati le mani l’olio potrebbe irritare pelle e occhi, utilizzate quindi dei guanti in lattice.

ACCOMPAGNATE IL TUTTO CON RISO BIANCO O PATATE: in generale, granaglie e amidi riducono il grado di piccantezza e possono servire per essere mischiati col cibo piccante o come boccone “di sollievo” da alternare alla portata più speziata.

AGGIUNGETE LIMONE, POMODORI, ACETO O SUCCO DI LIME: i sapori aspri possono contrastare il senso di bruciore.

ACCOMPAGNATE IL PIATTO CON BURRO DI ARACHIDI O DI MANDORLE, se i sapori sono compatibili: il contenuto di grassi all’interno dei vari tipi di burro può aiutare ad estinguere la fiamma.

PER LE ZUPPE aggiungete alcuni fra questi ingredienti: latte, burro, formaggio grattugiato, panna fresca, panna acida, provolone, parmigiano, formaggio spalmabile.

MANGIARE DELLA CIOCCOLATA, se vi trovate alla fine del pasto, è un ottimo rimedio immediato, in quanto copre abbastanza bene il sapore piccante.

-Invece, LA MOLLICA DI PANE NON È MOLTO ADATTA: è lenta a “spegnere l’incendio” perché comincia ad essere leggermente efficace solo dopo essere stata ben masticata, cosa che può richiedere anche più d’un minuto.

Un ultimo consiglio: NON AGGIUNGETE MAI ACQUA per diluire una salsa o una zuppa piccante! L’elemento chimico del piccante (la capsaicina) è infatti solubile in acqua, quindi si diffonderà con maggiore facilità in cibi acquosi. Di conseguenza, la sensazione di bruciore sarà solo peggiore.

Lascia un commento