Come soffriggere correttamente le cipolle

Il soffritto di cipolla è un fondo di cottura usato in numerose preparazioni e di sicuro effetto: sa infatti dare al piatto un particolare aroma esaltandone i naturali sapori. Per preparare un buon ragù o un sugo di pomodoro, per un risotto o un arrosto, per un piatto di verdure o del pesce, un buon soffritto di cipolla aiuterà a legare e completare il gusto della ricetta, rendendola più appetitosa e saporita.

Per preparare un buon soffritto di cipolla, è innanzitutto importante scegliere il corretto recipiente di cottura; la padella ideale per soffriggere è quella antiaderente: è necessario meno olio, la cipolla non si attacca al fondo ed è più facile evitare che bruci.

Piuttosto che il burro, il condimento migliore da utilizzare per il soffritto di cipolla è l’olio extravergine di oliva, sia per il suo sapore, sia a livello calorico; è bene però non far riscaldare eccessivamente l’olio poiché quest’ultimo, oltre a prendere un cattivo sapore, diventa nocivo. E’ inoltre importante scegliere il corretto tipo di cipolla per il soffritto: quella bionda è generalmente ritenuta la migliore per questo tipo di procedimento. In ogni caso è meglio selezionare cipolle piccole, sode e compatte. La cipolla spesso viene tritata finemente per questo procedimento, ma non è inusuale trovare preparazioni in cui viene tritata grossolanamente o affettata. Al posto della cipolla possiamo trovare anche scalogni o cipollotti: il procedimento è sempre lo stesso.

Si procede quindi alla preparazione del soffritto:

-Come prima cosa, è necessario spellare e tritare finemente o grossolanamente la cipolla, a seconda della ricetta; se nella ricetta ciò non viene specificato, è sempre meglio tagliarla finemente.

-È poi necessario mettere in una padella o pentola antiaderente un cucchiaio di olio di oliva e metterla sul fuoco medio del fornello.

-Quando l’olio comincerà a scaldarsi, diventerà più fluido e si spargerà con più facilità sul fondo. Aggiungete quindi la cipolla distribuendola bene con un mestolo in legno.

-Quando l’olio comincia a sfrigolare, abbassate la fiamma ed aspettate che la cipolla diventi dorata.

Generalmente sono necessari 4-5 minuti per questo procedimento. La fiamma deve sempre essere comunque tenuta media e proporzionata alla dimensione della pentola o padella.

Se durante il procedimento il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo, possiamo aggiungere del brodo vegetale.

Non aggiungete mai il sale; il soffritto è infatti la base per altre ricette che conterranno già il loro condimento.

Per evitare che la cipolla si bruci, è bene non distrarsi durante il procedimento e aggiustare la fiamma in base al livello di doratura.

Lascia un commento