I migliori trend alimentari previsti per il 2017

Nell’era dei social, le mode arrivano a diventare veri e propri “must”, diffusi su scala globale. Ed il cibo non fa eccezione, ovviamente! Quando le foto da migliaia di likes la fanno da padrone, il cibo, oltre che buono, deve essere necessariamente anche bello, o perlomeno fotogenico. In questo articolo vediamo quali saranno i nuovi interessanti trend alimentari previsti per il 2017.

Come ogni tendenza che si rispetti, anche quelle che caratterizzeranno il 2017 provengono da Oltreoceano. In generale, possiamo affermare che questo sarà l’anno dei consumatori vegani e vegetariani: secondo gli abituali pronostici su quali saranno le tendenze alimentari più innovative e originali, stavolta l’attenzione si è concentrata, infatti, sugli alimenti vegetali; frutta, verdura ed integratori da queste derivati saranno protagonisti assoluti del nuovo anno, grazie anche alla significativa crescita dei consumatori vegan, aumentati del 360% negli ultimi 10 anni.

In particolare, il 2017 sarà l’anno di frutta e verdura viola: more, mirtilli, uva, asparagi, patate, prugne, melanzane, radicchio… il cibo viola sarà il nuovo trend della salute. La vendita di ortaggi e frutta di questo colore ha infatti già subito un’incredibile impennata. Il cibo viola non ha solo un bell’aspetto, ma fa anche molto bene alla salute: ricchi di antiossidanti utili per la buona funzione del cuore, i cibi viola abbassano la pressione, riducono il colesterolo e combattono i radicali liberi. A quanto pare infatti, più gli alimenti sono scuri, più sono ricchi di antiossidanti. Nutrizionisti, food-blogger e appassionati di wellness hanno già contribuito alla diffusione crescente dei cibi viola e il fenomeno è decollato fino a far diventare tendenza questo colore, almeno per quanto riguarda l’alimentazione. Una ricerca in merito è stata effettuata dalla catena americana di supermercati “Whole Foods”, seguendo i comportamenti dei consumatori in oltre 400 negozi in tutto il continente. Tra i potenziali trend alimentari del 2017 troviamo anche:

-Il cocco: dai gelati, al burro, al latte, persino patatine.

-Il cibo giapponese: la sua popolarità continua, saranno ancora in voga tutti gli alimenti della cucina nipponica, come wakame e sottaceti.

-Nuovi condimenti, come ad esempio tahina di sesamo nero, marmellata di habanero (un tipo di peperoncino molto piccante), purea di aglio nero.

Pasta alternativa: come tagliatelle a base di quinoa, lenticchie o ceci.

-Nuove entry nella classifica di popolarità saranno il succo di anguria e l’acqua di cactus, ricche di vitamine, sali minerali e antiossidanti.

-L’abbinamento tra yogurt e verdure: yogurt alle carote, alle barbabietole, alla zucca o ai cetrioli.

-Una nuova generazione di dolcificanti, i quali faranno ricorso a componenti naturali come l’inulina contenuta in ceci, radici di cicoria, banane, asparagi e lenticchie.

Oli a base di frutta secca: noci, mandorle, nocciole ed anacardi donano oli dalle numerose proprietà benefiche.

-Le alghe, ricche di omega-3.

-Le bacche Maqui: di origine cilena, ricche di antiossidanti.

-I semi di anguria essiccati: attualmente sono disponibili sul mercato quelli tostati, quelli leggermente salati e quelli al peperoncino dolce.

Il piatto dell’anno, secondo la ricerca, sembra però essere il “Poke” hawaiano: si tratta di un’insalata a base di pesce crudo (generalmente tonno o salmone) il quale viene marinato in succo di lime, salsa di soia e semi di sesamo. È una pietanza molto diffusa a Los Angeles e Singapore.

Per concludere, il dessert del 2017 sarà, secondo le previsioni, il “Freakshake” australiano, a base di milkshake, sormontato da una composizione più o meno casuale di dolci, incastonati in un trionfo di panna montata.

Lascia un commento