Sapori dal mondo: il freekeh

Il freekeh è una tipologia di grano coltivato in particolare nei paesi del Medio Oriente. Riferimenti a questo raro ingrediente erano già presenti in documenti letterari mediorientali risalenti al 13esimo secolo, testimonianza di una tradizione gastronomica secolare. Alimento fondamentale nella cucina e nordafricana e araba, è la componente chiave di una moltitudine di piatti tradizionali, sia come accompagnamento di carni stufate e verdure grigliate, sia come sostituto di altri cereali quali il riso o il cous cous.

In particolare, in Siria e in Giordania, il freekeh viene servito con l’agnello, spesso accompagnato da piselli e pinoli; in Egitto, dopo essere stato bollito e speziato, il grano freekeh va a costituire la farcitura del tradizionale piccione ripieno. Anche in Tunisia il freekeh è l’elemento chiave di una ricetta tradizionale, il Shurbat Farik bi’Imukh, dove si trova aggiunto ad una densa zuppa di midollo.

Il grano freekeh viene lasciato a seccare per 24 ore sotto il sole e successivamente disteso sulle pietre e bruciato con i rami di un particolare arbusto locale, il balan. È quindi sottoposto a una tostatura rapida e uniforme che ne interrompe la maturazione, ne migliora la conservazione e gli dona il caratteristico aroma tostato. Rispetto ai normali tipi di grano, il freekeh è molto più ricco in proteine, vitamine e minerali. Inoltre il suo contenuto di fibre è addirittura 4 volte maggiore del riso. È anche ricco di calcio, potassio, ferro e zinco. Esso inoltre è considerato portatore di alcuni significativi benefici per il nostro organismo, come ad esempio:

La riduzione del rischio di malattie intestinali: un recente studio ha infatti confrontato la salute intestinale dei soggetti che assumevano freekeh rispetto a quelli che invece consumavano riso e cous cous; ciò che è emerso è che coloro che facevano uso del freekeh avevano migliorato la propria salute intestinale.

La perdita di peso: secondo l’Accademia di Nutrizione e Dietetica, l’elevato contenuto di fibre del freekeh può aiutare le persone desiderose di perdere peso; il fatto che questo cereale sia ricco di proteine e di fibre fornisce infatti una sensazione di sazietà, che riduce il consumo di calorie complessive.

Migliora la salute:  dal momento che questo grano contiene molta zeaxantina e luteina (due antiossidanti associati alla prevenzione della degenerazione maculare legata all’età), mangiarlo può essere utile se abbinato ad esempio ad altri cibi responsabili della buona salute degli occhi quali spinaci, tè verde e aglio.

È ottimo per chi soffre di diabete: grazie al suo ridotto indice glicemico, questo alimento costituisce un autentico toccasana per i diabetici.

Il freekeh è poco conosciuto nella nostra cucina; tuttavia, esso può essere utilizzato come valido sostituto del riso o del cous cous, accompagnato da stufati o carne di agnello, guarnito con verdure stufate o grigliate, unito a porri e speziato per torte salate e farciture, ma può anche costituire la base per insalate nutrienti e gustose. Un esempio? Provate questa deliziosa ricetta suggerita da Moltogustoso.

 

 

Lascia un commento